CREARE E GESTIRE ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO

Vediamo di capire cos'è un'associazione di volontariato e di capire le normative e i requisiti da che occorrono per creare la Nostra associazione di promozione sociale.

Associazione di Volontariato: cos’è

Le associazioni di Volontariato operano prettamente, sotto forma di APS (associazione di promozione sociale), nel segmento definito “Utilità sociale e solidarietà”.

volontariato
volontariato promozione sociale

Sono considerate associazioni di promozione sociale di Volontariato quelle associazioni che, nel pieno rispetto della libertà e dignità degli associati e degli interessi collettivi, perseguono attività rivolte a favore dei propri soci e terzi senza scopo di lucro.

Il mondo del Volontariato spazia a 360 gradi, tocca molte tematiche della nostra società come: cultura, sanità, istruzione, turismo sociale, educazione civica, etc…

L’intento di una APS nel settore del Volontariato è quello di promuovere servizi e attività di utilità sociale e solidarietà verso categorie deboli come: anziani,minori, disabili donne e assistere problemi sociali come emarginazione, violenza e povertà.

Insomma, quando si pensa a costituire e quindi ad aprire un’associazione di Volontariato bisogna sapere in quale categoria di utilità sociale voler operare.

L’importante è svolgere attività che perseguono finalità di solidarietà sociale (aiuto, sostegno a terzi in situazioni di svantaggio).

Che tipi di prestazioni può fare un Volontario di una associazione di promozione sociale?

Un Volontario può svolgere attività all’interno dell’associazione purchè quest’ultima avvenga in modo prevalentemente gratuita e spontanea. In alcuni casi però è previsto che determinati soci possano svolgere le attività  di lavoro in modo autonomo o subordinato.
In ogni caso, l’attività gratuita dei soci Volontari deve essere sempre ed in ogni caso prevalente rispetto a quella subordinata. Con la riforma del terzo settore, a tal proposito si sta mirando a dare un piccolo contributo a tali prestazioni. Qualsiasi prestazione deve essere svolta a fini di utilità sociale e solidarietà senza alcun fine di lucro.

Statuto e atto costitutivo per una Associazione di Volontariato.

 Per costituire e quindi aprire un’ Associazione di Volontariato occorre disporre di:
  • Atto costitutivo
  • Uno statuto che evidenzi l’assenza di ogni finalità di lucro e deve contenere i principi di democraticità  con organi e cariche elettive e inoltre la quota associativa non può essere in nessun caso trasferibile.
  • Marche da bollo ( 16 euro l’una) da portare all’agenzia delle entrate da affrancare ogni 4 facciate dello statuto.

Vedi un esempio fac-simile di statuto e atto costitutivo da modificare nei dati e nelle finalità degli scopi sociali da perseguire.

Per iscrivere l’associazione nel registro delle associazioni di volontariato regionale, bisognerà presentare la domanda nella stessa regione dove l’associazione ha la sede legale.

Una volta registrata l’associazione è possibile presentare SCIA in comune e avrete 60 giorni di tempo per presentare il modello EAS, requisito importante e necessario per godere dei benefici fiscali.

Requisiti e Normative

Lo staff di associazioni-culturale.it può aiutarti gratuitamente su tutto ciò di cui un’associazione o un circolo può aver bisogno, dai requisiti a tutte le nomative del caso, contattaci senza alcun problema per maggiori info.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

I commenti sono chiusi.